I VINCITORI DEL CONCORSO                          
"MESTIERE CHE MUORE MESTIERE CHE NASCE"

    

     Nel 2002 il comitato per la cinematografia dei ragazzi, con il contributo della Provincia di Roma (Assessorato allo sviluppo economico ed attività produttive) e del Ministero per i beni e le attività culturali (Direzione generale cinema), si è fatto promotore del progetto “Mestiere che muore, mestiere che nasce. Sulle orme degli artigiani”, in cui sono confluite tutta una serie di iniziative volte a offrire ai giovani un’occasione di riflessione sul valore della cultura cinematografica e delle attività artigianali nel territorio.

     Con questa iniziativa, il CCR si proponeva di contribuire al recupero dei valori della tradizione che, nel territorio provinciale, sono fortemente connessi con l’attività artigianale: un patrimonio di botteghe, officine e laboratori che deve essere recuperato nell’ambito di un processo di riconversione culturale dove i mestieri del passato vengono collegati alle possibilità del presente ed alle prospettive del futuro, dando luogo a nuove professioni dove l’intraprendenza e la duttilità dei giovani possono e debbono giocare un ruolo determinante, con soddisfazioni personali ed utilità sociale.

     Il progetto prevedeva la realizzazione di più iniziative. Innanzitutto un bando di concorso, destinato agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado di Roma e Provincia, per la realizzazione di una sceneggiatura e/o di un poster sul mondo dell’artigianato. Entro la scadenza del 28 febbraio sono arrivati al CCR più di cinquanta prodotti che, successivamente, sono stati giudicati da una giuria composta dai soci del CCR e da elementi esterni tra cui figuravano la psicologa Chiara Navarra, la professoressa Luisa Mannino e lo scenografo Tommaso Passalacqua

      Per le classi vincitrici sono state organizzate visite guidate a laboratori artigianali presenti nel territorio di Roma e Provincia: il giorno 11 aprile si è infatti svolta la visita presso i Cantieri Navali Delta di Fiumicino, mentre il 3 e il 17 maggio è stata la volta degli Studi cinematografici di Cinecittà.

      Le sceneggiature ed i poster vincitori, questi ultimi riprodotti in un unico manifesto elaborato dalla scenografo Tommaso Passalacqua, sono stati inseriti in appendice al volume “Dalla bottega al set. Vecchi e nuovi mestieri” di Maria Renata Di Carlo, Mariella Lombardo ed Italo Spada. Il volume è stato abbinato ad una videocassetta e a un cd-rom. Una delle quattro sceneggiature vincenti è stata realizzata.

      I vincitori sono stati premiati nel corso del convegno conclusivo dell’iniziativa che si è svolto il 14 maggio 2002 presso S.G.M. Conference Center di Roma. Alle classi autrici dei migliori quattro poster sono andate quattro fotocamere digitali, mentre per le migliori sceneggiature il premio erano quattro videocamere. Tutti i premi sono stati offerti dalla Banca di credito cooperativo di Roma. Alle menzioni speciali è stata assegnata una targa.


 

Per la migliore sceneggiatura vincono una TELECAMERA:

I.T.G.C. "M. Buonarroti" di Frascati
S.M.S. "G. Verga" di Roma
Sc.Elem.195° Circ.lo "Buon Pastore" di Roma
Gruppo giovanile "COTRAD" di Roma


Per il miglior poster vincono una macchina FOTOGRAFICA DIGITALE:

I.P.S.I.A. "A. DIAZ" di Roma -
S.M.S. "E. De Filippo" di Guidonia Colleverde
Sc. Elem. "L. Da Vinci" di Anzio
Sc. Materna 159° Circ.lo "Corviale" di Roma


Con il contributo della
BANCA di CREDITO COOPERATIVO
di ROMA