ImmaginAzione, il cinema come superamento delle barriere sensoriali.

 

 

Il Comitato per la Cinematografia dei Ragazzi (CCR) con il patrocinio del Comune di Roma - assessorato alle Politiche educative e scolastiche - e il contributo del Ministero per i Beni e le attività culturali - Direzione generale del cinema - e della Regione Lazio – assessorato allo Sport, cultura e spettacolo - ha organizzato il convegno “ImmaginAzione. Il cinema come superamento delle barriere sensoriali”.

 

La manifestazione si è avvalsa della collaborazione delle scuole che partecipano all'iniziativa “il cantiere dell'integrazione” il cui obiettivo è la creazione di un vocabolario multimediale on line per ragazzi con disabilità linguistiche. Nell'ambito del progetto, il CCR si occupa dell'elaborazione di immagini filmiche per la rappresentazione di vocaboli astratti.

 

Il convegno, che ha avuto luogo il 4 dicembre dalle 16,00 alle 19,00 presso la sala Pietro da Cortona dei Musei Capitolini, era indirizzato a insegnanti specializzati e curriculari ed è stato occasione di confronto su una metodologia didattica basata sul rapporto tra i diversi linguaggi non verbali, la lingua italiana dei segni e le lingue straniere.

 

Sono intervenuti l'assessore alle Politiche educative e scolastiche del Comune di Roma, Laura Marsilio, il presidente del CCR Gianpiero Gamaleri, il presidente della sezione romana dell'Associazione italiana dislessia, Gianna Menetti, il presidente dell'Associazione italiana musicoterapia, Stefano Martini e i docenti delle scuole coinvolte nel progetto.

 

 

 

Con il convegno il C.C.R ha voluto mostrare come il cinema ed il mondo delle immagini possano superare le barriere sensoriali e aiutare i ragazzi con disabilità linguistiche e uditive a sviluppare comprensione e cognizione delle terminologie più astratte. E' stato dimostrato che parole come paura, splendore, desiderio, precedenza possono trovare uno strumento veicolare alla loro spiegazione nelle immagini, fatte per i ragazzi e dai ragazzi.

 

Questi gli obiettivi raggiunti e illustrati nel corso dell'evento tenutosi a Roma,  il 4 dicembre presso la Pietro da Cortona dei Musei Capitolini. Il convegno, organizzato dal Comitato per la Cinematografia dei Ragazzi in collaborazione con le scuole coinvolte nel progetto il “cantiere dell'integrazione” è stato patrocinato dal Comune di Roma, assessorato alle Politiche educative, scolastiche, della famiglia e della gioventù. Grande successo di pubblico che ha visto i relatori esporre i propri temi in una sala gremita e attenta. Gli insegnanti e gli esperti nel settore non hanno mancato di esprimere il loro apprezzamento per il progetto e per l'iniziativa soprattutto grazie alla ricchezza dei temi sottoposti alla platea.

 

Dopo l'introduzione di Gianpiero Gamaleri, presidente del CCR, Fernanda Fazio, referente del progetto il “cantiere dell'integrazione”, ha illustrato le fasi creative e progettuali del vocabolario multimediale on line per ragazzi con disabilità linguistiche. Vito Ariosto e Italo Spada, rispettivamente tecnico e capo dell'ufficio studi del CCR, hanno sottolineato tramite la proiezioni di filmati, l'importanza delle immagini per la comprensione della realtà circostante da parte di giovani con problematiche che possono variare dalla dislessia alla sordità. Stefano Martini, presidente dell'associazione italiana musicoterapia, è riuscito a rappresentare attraverso i suoni emozioni, sensazioni e parole astratte. La presentazione di un documentario sulla dislessia, realizzato da Gianna Minetti, ha introdotto una riflessione su un altro tipo di disagio che non deve essere vissuto come una vergogna dai giovani dislessici  ma affrontato e capito ai fini di una serena coesistenza.

 

Del progetto il “cantiere dell'integrazione” fanno parte scuole impegnate nella realizzazione di un vocabolario multimediale on line. In una prima fase, come prototipo, è stata  prevista l'elaborazione di 150 lemmi. Tutti i lemmi elaborati dalle varie scuole, una volta testati dalla commissione preposta, saranno inseriti e andranno a far parte del vocabolario. L'incontro del “ cantiere” con il C.C.R., che da oltre 50 anni svolge attività  dirette alla crescita culturale dei ragazzi e a favore degli educatori nel campo dell'educazione all'immagine, è stato fatale. Il Comitato nell'ambito del progetto si occupa dell'elaborazione di immagini filmiche per la rappresentazione di vocaboli astratti.

 

All'uscita del convegno, oltre alla soddisfazione dei partecipanti, era chiara la voglia di andare avanti e continuare a porre le fondamenta per un progetto unico e primo nel suo genere che con le immagini, il cinema, i suoni creerà un nuovo percorso sulla strada dell'integrazione, non solo scolastica, di ragazzi con problematiche ormai non più insuperabili.

 

Valentina Fabbri